Servizio civile 2019, Legambiente Marche cerca quattro volontari

0
46

Anche quest’anno Legambiente Marche partecipa al bando 2019/2020 per il Servizio civile universale rivolto ai giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti. L’associazione ambientalista cerca quattro giovani da inserire nel progetto “Giovani volontari dentro l’economia circolare”, il cui obiettivo consiste nell’offrire ai giovani selezionati la possibilità di fare esperienza all’interno dei vari progetti riguardanti l’economia circolare, andando a supporto alle azioni già messe in campo da Legambiente sulla diffusione delle buone pratiche e sulla sensibilizzazione ambientale. Oltre ad incrementare i risultati che Legambiente auspica di raggiungere, i giovani volontari avranno l’occasione di essere i promotori di nuove iniziative e attività della circular economy. Attraverso la partnership con ArpaM, Unicam e Foodbusters ONLUS, potranno infatti sperimentare nuovi percorsi riguardanti l’economia circolare, la gestione sostenibile dei rifiuti, la prevenzione dello spreco alimentare e fare ricerca sul riuso/recupero degli scarti, non più intesi come “rifiuto” ma come risorsa.

La durata dell’esperienza del servizio civile è di 12 mesi per 30 ore settimanali, con un rimborso da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri pari a 433,80 euro mensili. La sede di attuazione del progetto è a Montemarciano (AN), in Piazza Vittorio Veneto 1.

Da quest’anno è possibile presentare la candidatura in modalità esclusivamente online attraverso la piattaforma www.arciserviziocivile.it , cercando il progetto di Legambiente Marche tra quelli in elenco cliccando sulla sezione “consulta i nostri progetti”. Per effettuare la domanda, i giovani dovranno dotarsi dello Spid, il Sistema pubblico di identità digitale, secondo le modalità indicate sul sito.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato alle ore 14.00 di giovedì 10 ottobre 2019.

Per ulteriori dettagli sul progetto è possibile visitare il sito www.legambientemarche.org e le pagine Facebook e Instagram dell’Associazione.

REDAZIONE LOGOS