Samantha Cristoforetti e Barbie insieme per spingere le bambine a diventare astronaute

0
79

E’ donna solo il 15 per cento degli astronauti. Soprattutto: nessun rappresentante femminile è mai stato sulla Luna. A cinquant’anni da quel famoso sbarco, che si celebra il prossimo 20 luglio, ora ci pensa l’unica astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea a motivare le future ragazze a intraprendere questa carriera. Samantha Cristoforetti, 42 anni, sarà l’ambassador del programma Dream Gap messo a punto da Barbie e Esa. Si tratta di un’iniziativa internazionale con l’obiettivo di far crescere nelle bambine la consapevolezza delle proprie potenzialità. Una ricerca di Barbie, su 2mila genitori italiani di bambine fra i 3 e i 10 anni, ha messo in luce infatti che dai 5 anni la maggior parte delle ragazzine inizia ad auto-limitare le proprie capacità e a dubitare del proprio potenziale. E che poche famiglie hanno conoscenze tali da spingere le figlie a intraprendere studi specialistici.

Più astronaute, ingegneri e astrofisiche
Più in generale quasi l’80 per cento delle famiglie ha ammesso di ignorare i risultati ottenuti nello spazio da personalità femminili nè di conoscere i modelli di ruolo femminili che esistono nell’industria aerospaziale. In particolare un quinto degli intervistati si è detto convinto che una donna abbia già camminato sulla Luna (in realtà, fino a oggi, il privilegio ha riguardato 12 uomini); inoltre se 9 su 10 hanno detto di conoscere Neil Armstrong, solo pochi avevano sentito parlare di pioniere dello spazio come Katie Bouman, Nancy Grace Roman o Liu Yang. “Non tarpate le ali alle bambine”, dice quindi la psicologa clinica Elizabeth Kilbey che collabora al programma. Samantha Cristoforetti, militare, aviatrice, astronauta e ingegnere italiana, è un grande esempio su questo fronte. Nel 2014 ha raggiunto la Stazione spaziale Internazionale con l’equipaggio della Sojuz. Nel 2018 la Mattel le ha dedicato una Barbie con le sue fattezze.

Tutte le iniziative del Dream Gap
Mentre si avvicina il 50° anniversario dell’atterraggio dell’Apollo 11 sulla Luna per presentare la collaborazione verranno lanciate una serie di nuove pillole video motivazionali dedicate a genitori e bambine. I filmati mostrano la Cristoforetti che accoglie quattro bambine provenienti da Italia, Regno Unito, Germania e Francia al Centro Europeo per gli Astronauti a Colonia, in Germania, dove hanno avuto la possibilità di seguire lo straordinario lavoro quotidiano dell’astronauta e farle domande interessanti. Inoltre, sul vlog di Barbie sul suo canale YouTube, ci saranno contenuti per bambini che metteranno in evidenza i successi ottenuti da Cristoforetti.

Barbie, un’icona ispirazionale
Per continuare l’iniziativa globale del brand #ChiudiamoIlDreamGap, Barbie ha donato $1 al Barbie Dream Gap Project Fund, per ogni bambola venduta negli Stati Uniti durante le celebrazioni dei 60 anni. Nel corso dei decenni questa fashion doll si è cimentata in 200 lavori differenti: ha cambiato stile, look, mode ispirando decine di designer ma ha anche interpretato donne contemporanee che hanno lasciato un segno nella storia. È stata ballerina, veterinaria, medico, pompiere, poliziotta, soldato. È stata in corsa per la Casa Bianca, Frida Kalho, la fisica Katherine Johnson, l’aviatrice Amelia Earhart, solo per citarne alcune. È stata disabile e ha seguito tutte le politiche più inclusive degli ultimi anni. Soprattutto è stata astronauta già nel 1965, ovvero quattro anni prima dello sbarco sulla Luna e prima di impersonare l’anno scorso la “nostra” Samantha Cristoforetti.

FONTE: IoDonna