Pochi soldi in casa, a 8 anni si disegna l’album delle figurine: ora la Panini gli farà una sorpresa

0
192

ROMA – C’è chi le colleziona, chi ci finisce sopra, chi le scambia febbrilmente e poi c’è Pedro che a 8 anni le sue figurine Panini se le è disegnate. Il piccolo vive nella brasiliana Bauru, città che evidentemente ha qualcosa nell’aria che ispira il genio: qui, nel 1952 e per quattro anni, O Rei Pelé ha iniziato a riscrivere il gioco del calcio prima di andare al Santos.

Pedro è un amante del calcio, ma lo stipendio da cassiera di Gleice, la madre, non permette di regalargli la collezione di figurine. Genio, si diceva: Pedro a scuola vede i compagni che aprono, incollano e barattano figurine e decide di farsi le sue, ricalcando lo stile Panini.

Ne ha disegnate 126 – su 682 dell’album in commercio – e ha interpretato a modo suo Neymar, Messi, gli stemmi delle nazionali e pure il frontespizio. Tutto su un quaderno senza copertina ma pieno di fantasia e di ingegno.

Un quaderno che è un tesoro ed è motivazione per gli altri ragazzi della sua scuola: “Parliamo di lui quando dobbiamo motivare i ragazzi – ha raccontato la sua maestra di ginnastica, Maria Cristina Herculani – . L’idea è piaciuta così tanto che anche loro hanno voluto disegnare alcune figurine”.

L’opera di Pedro è uscita dai confini di Bauru, ed è arrivata fino alla sede messicana della Panini, che su Twitter ha promesso al piccolo disegnatore una sorpresa.

FONTE: Repubblica