Perde la figlia subito dopo il parto e dona più di 100 litri di latte materno ad altri neonati

0
42

Alexis Marrino è una mamma che ha vissuto la peggiore delle tragedie quella di veder morire sua figlia subito dopo il parto per una grave malformazione. Questa mamma speciale, però, ha voluto fare un gesto estremamente generoso: ha donato oltre 100 litri del suo latte ad altri bambini.

All’inizio di quest’anno, Alexis Marrino si è sottoposta all’esame ecografico che avrebbe rivelato il sesso del suo bambino. Nel mezzo dell’ecografia, però, lo shock: il feto era anencefalico (cioè non aveva il cervello) e la sua aspettativa di vita era nulla.

La notizia distrusse tutti i piani della futura madre e la scosse psicologicamente. Nonostante tutto Alexis ha deciso di non abortire ma di dare alla luce sua figlia, Sweet McKinleigh Jade.

La piccola, nata il 29 luglio, è riuscita a vivere solo un’ora, un tempo davvero breve ma comunque prezioso per i genitori che quanto meno hanno potuto vederla e abbracciarla.

Ma la storia non finisce qui. Al contrario. Prima di conoscere le condizioni di sua figlia, Alexis aveva già deciso che l’avrebbe allattata al seno. E alla fine della sua gravidanza sapeva che comunque il suo corpo avrebbe ancora prodotto latte materno per qualche tempo.

La neomamma, dunque, ha iniziato a tirarsi il latte conservandolo in appositi contenitori che ha poi donato ai bambini le cui madri non potevano allattare.

“Sapevo che non potevo salvarle la vita ma almeno poteva aiutare a salvare la vita di altri bambini” ha dichiarato Alexis.

A meno di due mesi dalla nascita e dalla successiva morte di sua figlia, questa mamma aveva realizzato un’impresa davvero straordinaria: aveva raccolto oltre 1.130 contenitori con latte materno da donare per un totale di oltre 100 litri di latte!

Ovviamente il tutto per lei non è stato per niente facile: “Ci sono stati giorni in cui ho pianto perché pensavo: è giusto farlo per il bambino di qualcun altro invece che per il mio? Ma nonostante tutto ho continuato! Volevo rendere orgogliosa Sweet e mi piace pensare di averlo fatto”

La vita di Sweet è durata molto poco ma la sua eredità no e tutto grazie alla generosità di sua madre!

FONTE: GreenMe