Defibrillatori sulle volanti, agenti della Polizia a scuola dalla Croce Rossa

0
149

ASCOLI PICENO – Dal 2010 ad oggi formate oltre 550 formate persone per l’abilitazione all’uso del defibrillatore, come previsto da un apposito protocollo. La Croce Rossa di Ascoli quest’anno ha messo in campo 10 corsi di formazione come quello che ha coinvolto anche la Polizia di Stato. L’uso del defibrillatore può salvare una vita umana anche quando si riportano delle ferite gravi a causa di un incidente e il 118 è appena stato allertato. Accade spesso che sul posto arrivino gli uomini della Polizia in servizio in quel momento: ed ecco che risulta fondamentale un loro intervento salvavita nei pochi, preziosissimi secondi di attesa delle unita specializzate della Croce Rossa. Proprio per questo nei giorni scorsi, presso la sede del Comitato di Ascoli della Croce Rossa Italiana è stato organizzato in collaborazione con l’Ufficio Sanitario e l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ascoli, un’importante giornata formativa su il “Basic Life Support defibrillation (B.L.S. D. ) Il corso, nato da un accordo sinergico tra le due fondamentali istituzioni della croce Rossa e della Polizia di Stato, aveva la finalità di preparare il personale della Questura all’utilizzo del defibrillatore in relazione alla prossima introduzione dello stesso sulle volanti in servizio di controllo del territorio. Capita spesso che le macchine della Polizia di Stato siano le prime a raggiungere il luogo dell’incidente o dove è stata segnalata una persona in difficoltà e, l’introduzione del defibrillatore come dotazione delle volanti del 113, potrà garantire un tempestivo intervento salvavita.

“Questi momenti di sinergia istituzionale sono fondamentali per garantire un servizio di soccorso sempre migliore alla popolazione. La Polizia di Stato e la Croce Rossa, ognuno con le proprie specificità e competenze , si trovano spesso a lavorare fianco a fianco su strada ed il loro operato diventa spesso fondamentale per salvare vite umane – ha dichiarato il Vice Questore Guido Riconi, portavoce della Questura di Ascoli -. Questa iniziativa si inserisce nel più ampio progetto di potenziamento dei servizi di controllo del territorio, in particolare la formazione del personale garantisce una maggiore efficienza degli equipaggi sul territorio e una superiore capacità degli operatori di far fronte alle possibili emergenze che si verificano durante il servizio in strada”. Il corso, ha visto una attenta partecipazione degli agenti di Polizia che hanno mostrato grande apprezzamento per questo momento di formazione altamente qualificata. Grande soddisfazione è stata espressa anche dalla presidente della Cri di Ascoli Cristiana Biancucci , che ha voluto nuovamente ribadire la fondamentale importanza della formazione sul territorio sulle corrette manovre da utilizzare in caso di arresto cardiaco soprattutto al personale che opera in emergenza e su strada, a loro soprattutto è importante erogare corsi di formazione sulle corrette manovre in caso di arresto cardiaco al fine di fornire tutti gli strumenti necessari per poter adempiere alle proprie funzioni in maniera adeguata, soprattutto in quelle attività connesse al soccorso e all’aiuto delle persone in difficoltà.

“La Croce Rossa Italiana ha fra i propri compiti istituzionali la tutela il miglioramento dello stato di salute delle persone e delle comunità, la protezione della vita la costruzione di comunità più sicure ed è proprio questa strategia della Cri che si inserisce il corso appena concluso ed il nostro obiettivo – dice Biancucci presidente della Croce Rossa di Ascoli – é far sì che gli operatori della volante della polizia acquisiscano le conoscenze sulla defibrillazione per proteggere e riconoscere tempestivamente un arresto cardiaco ed intervenire con la rianimazione cardiopolmonare e la relativa defibrillazione attraverso l’ausilio di apparecchi semiautomatici”.

Questo ultimo corso si colloca in una serie di interventi formativi rivolti alle forze di Polizia che operano sul territorio L’iniziativa si colloca nel più ampio quadro formativo che, la Croce Rossa di Ascoli ha posto in essere già dal 2010. Il corso rappresenta una ulteriore occasione per consolidare i tradizionali rapporti di collaborazione tra le Istituzioni del territorio.

LEAVE A REPLY