Commercio illegale, i carabinieri donano alla Caritas i capi di abbigliamento sequestrati

0
56

ASCOLI PICENO – Nella mattinata, presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Ascoli Piceno, i Carabinieri della locale Stazione hanno consegnato nelle mani di Don Alessio Cavezzi, responsabile della Caritas Diocesana di Ascoli Piceno, decine di indumenti, provento di importanti sequestri operati a seguito di ripetuti e mirati servizi svolti dall’Arma provinciale per contrastare la produzione e il commercio illegale di abbigliamento con marchi contraffatti che crea danni notevoli all’economia locale. I servizi svolti hanno consentito, negli ultimi mesi, di denunciare diversi soggetti, soprattutto extracomunitari privi di titolo di soggiorno, per contraffazione di marchi registrati.

Al termine dell’iter di accertamento delle responsabilità penali, ed acquisto il nulla osta della Procura della Repubblica, i Carabinieri hanno richiesto l’autorizzazione a non distruggere la merce ma a poterla consegnare a scopo benefico a favore dei cittadini meno abbienti.

RADIO AZZURRA, EDIZIONE DELLE 13, A CURA DI LOGOS